L'autentica esperienza del tè cinese.

Storia dell’antica dinastia Qin: Fatti, Successi e Legalismo

Storia dell’antica dinastia Qin: Fatti, Successi e Legalismo

Qualcuno potrebbe chiedersi perché in questo blog stiamo parlando della dinastia Qin (221-206 a.C.): dopotutto, Teasenz riguarda tutta la cultura del tè, che in Cina non era ancora prospera prima della dinastia Tang (618-907). Tuttavia, lo sviluppo della dinastia Qin è eccezionalmente importante nella storia cinese per come è riuscita a porre fine al periodo degli Stati Combattenti e per aver unito il Regno di Mezzo.

In più abbiamo il privilegio di collaborare con Laszlo Montgomery del China History Podcast, sul lancio della tea box "Tè storici della Cina”, che è stato annunciato nei due episodi podcast sulla storia della dinastia Qin (troverete il link più in basso).

qin dynasty pictures: terracotta warriors

L’imperatore della dinastia Qin

Qin Shi Huang, primo imperatore Qin, è senza dubbio il personaggio più conosciuto della storia della Cina. Anche se la dinastia Qin non durò a lungo, egli è stato il primo imperatore che ha unito la Cina e ha lasciato un patrimonio storico-artistico incredibile. Un esempio ben noto è la Grande Muraglia cinese.

Un fatto interessante circa Qin Shi Huang è che lui era ossessionato dalla morte e ha cercato per tutta la vita un elisir per l’immortalità. Questa ossessione alla fine si è espressa nella creazione di un gigantesco mausoleo, delle dimensioni di una città, protetto da un grande esercito di guerrieri di terracotta.

Anche se tutta l’attenzione va a Qin Shi Huang e ai suoi successi, è importante sapere che vi è una grande quantità di eventi storici che hanno portato alla nascita della dinastia Qin. Nella lista qui di seguito troverete le battaglie, le figure chiave e gli avvenimenti cruciali e hanno portato alla nascita di questa dinastia.

Eventi importanti: battaglie chiave

Per rendevi più facile seguire i podcast, qui di seguito abbiamo elencato le principali battaglie che portano all’ascesa e alla caduta della dinastia Qin. Queste battaglie sono così cruciali che possono essere considerate eventi importanti dell’intera storia cinese o anche della storia del mondo.

  • 455-453 a.C.: La battaglia di Jinyang, nel corso della quale è stato annientato lo stato Zhi.
  • 262-260 a.C.: La battaglia di Changping, sanguinosa battaglia in cui Qin ha demolito Zhao. Zhao Kuo, figlio Zhao Lei, è stato sconfitto durante questa battaglia. In particolare il campo di battaglia era a Gaoping, importante città a sud-est della contea Shanxi. Questa è stata la più grande battaglia nella storia del genere umano.
  • 293 a.C.: La battaglia di Yique, nei pressi dell’attuale Longmen, dove l’esercito di Qin ha schiacciato gli eserciti uniti di Han e di Wei.
  • 207 a.C.: La battaglia di Julu, nei pressi dell’attuale Xingtai Hebei, dove Xiang Yu, che guidava l’esercito di Chu, sconfisse l’esercito di Qin.

Legalismo

Il legalismo è spesso visto come la più importante scuole di pensiero filosofico del periodo degli Stati Combattenti nella Cina antica, applicato prima dai fondatori e poi dai governanti della dinastia Qin.

È stato Shang Yu colui che ha creato il modello per il Legalismo e per governare uno stato: lo Shang Jun Shu o semplicemente lo Shangzi. Questo modello non era bellissimo, ma di certo era eccezionalmente efficace. L’elemento chiave del legalismo è che tutti fossero uguali in base al diritto, controllato da codici, leggi e regolamenti specifici. È stato Han Feizi (280-236 a.C.) l’uomo che ha reso famoso il legalismo.

Un fatto interessante è che i governanti riconoscevano non agli aristocratici, ma ai contadini la base del potere militare. Se i contadini avessero seguito le regole, sarebbero stati ricompensati. L’aspetto controverso del Legalismo era quello di assumere persone per essere malvagie. La società aveva bisogno di leader forti per governare e organizzare i contadini: quando questi contribuivano alla società, dovevano essere ricompensati; ma se si fossero comportati male, dovevano essere puniti.

Vedi la mappa della dinastia Qin qui in basso. Sarà molto utile avere a disposizione questa mappa durante la lettura o l’ascolto del podcast.

qin dynasty pictures: qin dynasty map 210 BCE

Risultati

Il principale risultato della dinastia Qin è quello di aver unificato la Cina, creando la prima dinastia governata dal primo imperatore, Qin Shi Huang. Altri risultati ben noti sono la creazione della Grande Muraglia e del grande esercito di Guerrieri di terracotta.

Durante il regno di Qin l’unificazione è proseguita anche a livello culturale con la standardizzazione del linguaggio. Grazie a innovazioni di successo nella tecnologia dell’irrigazione, la produttività delle fattorie è cresciuta, e ciò ha portato a una maggiore prosperità. La grande quantità di ricchezza prodotta è stata investita nella costruzione della Grande Muraglia in tutta la parte settentrionale della Cina, come difesa contro le invasioni straniere. L’unificazione è continuata anche a livello economico, con la costruzione di strade e canali attraverso gli stati unificati, e con l’introduzione di una moneta unica.

qin dynasty pictures: qin dynasty currencyMoneta

Prima dell’avvento della dinastia Qin, diversi tipi di valute venivano utilizzate in diverse regioni. La storia delle valute cinesi si estende per oltre 3000 anni. Si pensa, inoltre, che i cinesi usavano già delle conchiglie come prima forma di metodo di scambio fin dall’età della pietra (circa 4500 anni fa). Tutto ciò fino al 210 a.C., quando l’imperatore Qin ha eliminato tutte le forme di valute regionali e ha messo in circolazione le monete di rame (con un foro quadrato al centro). Nonostante nel IX secolo in Cina fu inventata la carta moneta, queste monete di rame rimasero in circolazione fino al XIX secolo, quando furono sostituite dal Yuan cinese.

Educazione

Parlando di educazione, diciamo che non era l’argomento preferito della dinastia Qin. Il primo imperatore di Qin ha imposto la censura totale: gli studiosi erano puniti se rifiutavano di consegnare i libri, che venivano confiscati e distrutti. I libri e la conoscenza in generale erano visti come inutili, a meno che non si trattasse di pratiche medicinali o di allevamento. Non c’era posto per temi come l’arte e la letteratura: il modo di pensare Qin Huang Di e dei suoi consiglieri era che se le persone avessero trascorso del tempo a studiare, avrebbero avuto meno tempo per coltivare il cibo per le masse. Un notevole fatto storico è che centinaia di studiosi che hanno rifiutato di consegnare i loro libri inizialmente furono sepolti vivi. In seguito, dal momento che agli imperatori premeva l’espansione della Grande Muraglia, furono inviati ai lavori forzati al confine fino alla morte.

Ci si potrebbe chiedere se i libri sul tè sarebbero stati considerati inutili in quel periodo: fortunatamente a quel tempo le conoscenze documentate sull’argomento erano scarse, poiché il tè era ancora considerato una bevanda primitiva. Comunque, dal momento che il tè era consumato per scopi medicinali, tale conoscenza documentata probabilmente sarebbe stata risparmiata dai governanti Qin.

qin dynasty pictures: qin dynasty education scholars books legalism

Above: painting showing burning of books and burying scholars during the Qin Dynasty.

Qin dynasty pictures: Qin in ChineseDomande frequenti

Come si scrive Qin in cinese?

Il carattere cinese per Qin è 秦. Dinastia Qin è scritto come 秦朝.

Qual è l’ordine della dinastia Qin nella storia della Cina?

Una dinastia è definita come la linea di sovrani ereditari di un Paese. Lo stato di Qin è stato il primo a unire la Cina, e a creare quindi la prima dinastia.

In ceh periodo è stata presente in Cina la dinastia Qin?

Negli anni tra il 221 e il 206 a.C.

Chi è stato il primo imperatore della dinastia Qin?

Il primo imperatore di Qin è stato Qin Shi Huang, vissuto tra il 260 e il 210 a.C. Il suo vero nome era Ying Zheng.

15 marzo 2016
Commenti